giovedì 15 dicembre 2005

"El Amante", di Harold Pinter

L'autore, premio Nobel della Letteratura 2005; il regista, un giovane colombiano di talento; produttrice, Fanny Mickey - il mostro sacro del teatro colombiano, al punto da meritarsi in futuro un BogoBasics. Nonostante (o a causa???) di questi ingredienti, "El amante" produce un solo sentimento: la perplessitá.

È probabile che nel 1963 fosse molto stimolante vedere una coppia che vive senza pudori le proprie fantasie/realtà di tradimenti incrociati: mancavano 5 anni al '68, e Pinter era avanti, molto avanti nella capacità di esplorare i confini del detto/non detto. Ma oggi, 42 anni dopo - ed in particolare nell'adulterissima Colombia - l'effetto scema non poco.

Restano una buona sceneggiatura, qualche idea di regia, un po' di canzoni degli anni '40/'50, due (bravi) attori - e la netta sensazione che non siano bastati a riempire i 60 minuti dello spettacolo.

1 commento:

ccb ha detto...

Vorrei capire se El Amante è una pièce di teatro o un film. Grazie.