sabato 17 dicembre 2005

Le due triadi

El Tiempo pubblica oggi un'inchiesta sull'"immagine" di parti sociali ed istituzioni colombiane. A 1200 cittadini maggiorenni
(occhio: in America Latina, la soglia della maggiore età di solito esclude la metá della popolazione) si è presentata una lista, e per ogni punto tre opzioni: immagine favorevole, sfavorevole o non sa/non risponde.

L'elenco completo delle risposte (in PDF) merita una visita; a mio parere, queste sono le chicche:

- La Triade è in splendida forma
Gli unici "attori sociali" che raccolgono il consenso di più di tre quarti degli intervistati sono la Chiesa (81,4%), i mezzi di comunicazione (77,6%) e l'Esercito (77,5%). In un paese così cattolico - ed in piena guerra civile - la vera sorpresa sono i media: ma davvero i colombiani sono contenti di avere un solo quotidiano nazionale (proprietà della famiglia del vicepresidente) e due soli canali TV - uno fotocopia dell'altro - in mano alle più ricche famiglie del paese?

- I gruppi insurgenti hanno il loro bravo seguito
L'altra triade (Paramilitari, FARC ed ELN) ricorda i piccoli partiti italiani della Prima repubblica, almeno a guardare le percentuali: rispettivamente 3,0%, 2,8% e 2,5%. Considerando che provare ammirazione per questi ameni circoli può portare dritto in galera (o in cimitero), si tratta di risultati straordinari: è quasi certo che il serbatoio di simpatizzanti sia molto maggiore. A scanso di equivoci: il Governo conta con un 58,5% di risultati positivi.

1 commento:

Anonimo ha detto...

caro paolo
molto interessante questo tuo articolo che evidenzia o lo stato di arretratezza delle tecniche d'indagine,o la loro strumentalità.
Mi sembra inoltre di avere compreso che il solo 58% di favorevoli al governo,strida con il solo 3% di favorevoli al Farc.... è così? mario