venerdì 21 aprile 2006

No vacancy

Negli ultimi tre mesi, sono arrivati a Bogotà 10,000 desplazados. I profuhi interni non sono una novità, nè in Colombia nè nella capitale. Stavolta - però - il dato allarma perchè segna una crescita rispetto allo stesso periodo del 2005, quando furono circa la metà.

Secondo El Tiempo, il comune di Bogotà avrebbe dichiarato di aver raggiunto il "limite di capienza". Ciò che è certo, è che più di 500,000 profughi interni su una popolazione di 7 milioni di persone rappresentano una delle grandi sfide dell'amministrazione di Lucho Garzòn.



1 commento:

deb ha detto...

in merito alla prima parte del tuo post io mi auguro di no, altrimenti sapremo che nulla serve a qualche cosa...