domenica 28 maggio 2006

Urne chiuse

Alle 4 in punto - pochi minuti fa - è iniziato il conteggio dei voti.

I risultati si conosceranno a macchia di leopardo: prima i consolati avvantaggiati dal fuso orario (a Madrid, ad esempio, Uribe ha preso più del 70% dei voti), poi i piccoli centri urbani, le zone rurali più sicure, le grandi città ed alla fine - o forse mai! - le zone rurali sotto il controllo della guerriglia e/o dei paramilitari.

Non si sono registrati attentati di rilievo; molte le difficoltà logistiche, e non solo in campagna: nella stessa Bogotà molti hanno rinunciato a votare a causa delle file e del caos attorno alla Fiera, il più grande seggio del Paese.

Nessun commento: