sabato 10 giugno 2006

Assegno in bianco

Ieri mattina il Congresso degli Stati Uniti ha confermato il suo appoggio alla Colombia di Uribe stanziando 641 milioni di dollari, in massima parte per aiuti militari. A tre settimane dall'eccidio di Jamundì, dove l'Esercito ha eliminato un'unità d'elite della Polizia specializzata in lotta al narcotraffico, e quando mancano quattro giorni alla visita di Uribe a Washington questo voto conferma l'alleanza USA - Colombia.

Due posizioni si scontravano ieri mattina in piena "House of Representatives": da un lato, i repubblicani ed un buon numero di democratici convinti che "squadra che vince non si cambia", e che andava confermato l'appoggio ad Uribe; dall'altro, alcuni democratici guidati da Jim McGovern che chiedevano di mandare un segnale di scontento, un piccolo avviso ad Uribe che se vuole mantenere la benevolenza degli States deve controllare i suoi militari e fare di più per i diritti umani.

"Non vogliamo cancellare gli aiuti militari alla Colombia", chiarisce McGovern, "vogliamo solo mandare il messaggio giusto al momento giusto": il suo emendamento prevede 30 milioni di aiuti militari in meno, dirottati ad un fondo per gli aiuti umanitari in Africa. "Dobbiamo far capire ai militari colombiani che la nostra pazienza - ed il nostro portafoglio - hanno un limite", ed è chiaro il riferimento al massacro di Jamundí ed all'inefficacia della lotta al narcotraffico ("Non importa come la mettiamo" - dice McGovern all'inizio del dibattito - "la conclusione è che dopo 6 anni e 5 miliardi di dollari spesi in Colombia siamo ancora al punto di partenza").

"Al contrario" gli risponde Kolbe, autore della proposta governativa,"la Colombia è un modello di democrazia, esempio per tutta la regione: non è priva di difetti, ma grazie al nostro aiuto è diventato un paese più sicuro, democratico e prosperoso". E Tom Davis, eletto in Virginia, ricorda senza giri di parole che "mentre il resto del continente si allontana dagli Stati Uniti, la Colombia resta il nostro alleato più solido in Sud America".

Al voto, vincono Kolbe, Davis ed altri 227 colleghi, e si stacca l'assegno: 641 milioni di dollari, 200 dei quali per la manutenzione di elicotteri militari americani, altrettanti per gli aerei "fumigatori", secondo le informazioni del Center for International Policy.

Così si trattano gli alleati strategici.



Nessun commento: