mercoledì 28 giugno 2006

Colpo alle FARC, dice l'esercito

La prima pagina de "El Tiempo" è divisa tra una foto dei calciatori brasiliani in festa ed una articolo così titolato: "Colpo alle FARC: cade uno dei 25 dello Stato Maggiore". In piccolo, sopra il titolo, la frase "Ejercito dice que abatió a 'Juan Carlos'", dove il giornale mette le mani avanti e chiarisce che la fonte è l'esercito e che probabilmente nessun cronista ha visto il cadavere nè - aggiungo io - sapeva che ci fosse un membro dello Stato Maggiore con questo alias.

Significativamente, lo stesso articolo sull'edizione online ha un titolo diverso, che dà più risalto al fatto che la fonte sia l'Esercito.

Dopo i fatti di Jamundí, le storie di torture interne ed esterne, le accuse dell'ONU relative ai "falsi guerriglieri" (contadini ed altri civili uccisi, poi vestiti da FARC e mostrati in TV come uccisi in combattimento), la credibilità di questa fonte è molto bassa. Sufficiente però a "El Tiempo" per farci una prima pagina.



2 commenti:

Annalisa ha detto...

Non sarà perchè le FARC hanno sbandierato nell'intevista a Telesur i fallimenti del primo mandato di Uribe ed il fatto che loro sono ancora "intere" nonostante l'apparato bellico utilizzato contro di loro e fornito dagli Stati Uniti?
Ciao

doppiafila ha detto...

Può darsi! :-) Queste catture eccellenti sono abbastanza gestibili: chi può sapere se lo hanno preso l'altro ieri o 10 giorni prima? Non si può escludere che l'Esercito si tenga certi "assi" in mano per giocarsekli quando più conviene....
Saluti, Doppiafila