mercoledì 9 agosto 2006

Due passi falsi in due giorni: non male

Dilian Francisca Toro, fresca presidente del Senato colombiano, comincia maluccio.

Tutto il Paese l'ha vista mettere la fascia presidenziale al contrario addosso ad Uribe, gesto non solo maldestro ma anche altamente iettatorio.

Ieri - approfittando del suo "protagonismo" - ha proposto di invitare i leader delle FARC in Parlamento per raccogliere le loro opinioni su un possibile processo di pace. La proposta non è durata neanche fino a sera, bocciata da maggioranza ed opposizione. L'idea le è valsa anche una tirata d'orecchi da parte del Governo, che le ha ricordato come l'ordine pubblico ed i processi di pace siano di competenza dell'Esecutivo.

Aggiungiamo a questi due episodi il tenore del suo discorso durante l'insediamento dell'altro ieri, ed è facile prevedere che questa signora - la senatrice più votata del Partito della U - dovrà allinearsi se vorrà durare, nella politica colombiana...



1 commento:

yago quiñones triana ha detto...

veramente triste il discorso di Uribe II, mi sa che chi gliel´ha scritto non ha riparato nell'importanza del momento... o piú semplicemente rispecchia quello che sará il suo secondo governo...