sabato 16 dicembre 2006

Come vanno le cose

Vi consiglio di leggere questo articolo su The Guardian. Io l'ho scoperto grazie a CIP Online, eccezionale blog nordamericano dedicato alla Colombia.

La storia è esemplare: un giovanissimo imprenditore (30 anni) - già attivo in politica col partito conservatore - viene eletto CEO di un azienda agricola e si dedica alla coltivazione della banana.
Firma un contratto con la Del Monte ed inizia a fornirle decine di tonnellate settimanali.

Ora viene fuori (sorpresa) che le terre sono state sottratte ai contadini locali (ma non da lui! Dai paramilitari), e che Del Monte "ha contratti con molti coltivatori" e che il giovane imprenditore non sapeva neppure cosa fossero - i paramilitari - e che lui si dedica solo "a fare soldi".

Buona lettura.


5 commenti:

Flavio Ferrari ha detto...

Ué ... mas não era o Brasil a República das Bananas ?

Annalisa ha detto...

Vedo che vanno come al solito....
Carissimi Auguri.

guido ha detto...

Caro Doppiafila, ti segnalo oggi su "El Tiempo" la battuta dell'anno di Alvaro Uribe: "No puede haber mafias superiores al Estado". Morto Cantinflas, si vorrà accreditare come suo erede. Poi ti segnalo la pagina 3 del Manifesto di ieri 28.12, scaricabile da Internet. Qualche spunto me l'ha dato la lettura del tuo blog. Ancora, sulla morte dell'ultimo numero 2 dei paras, deciso dai numeri 1 che stanno a Itaguì e sulla Carrera Settima di Bogotà, leggi: http://209.85.165.104/search?q=cache:AsSYAottzNgJ:www.mail-archive.com/marxism-unmoderated%40buo319b.econ.utah.edu/msg00681.html %22jairo Andres Angarita%22&hl=en&ct=clnk&cd=1

Sikandar ha detto...

E te ne fai meraviglia?
putos yanquis

doppiafila ha detto...

*** Flavio: pelo visto, nao é só o café que aproxima Brasil e Colombia... :-)
*** Annalisa: no news, good news?
*** Guido: grazie mille per la segnalazione dell'Articolo sul Manifesto: lo leggeró appena rientrato a Bogotá - e temo che non potró fare a meno di recensirlo su Bogotalia! Seguiró anche gli altri link. Buon anno!
*** Sikandar: mi pare che Yanquis ed Europei seguano piú o meno le stesse pratiche, da queste parti: teniamoci qualche insulto pure per noi!!!
Saluti a tutti, Doppiafila