mercoledì 10 gennaio 2007

D'Alema in America Latina

La recente visita in Brasile, Cile e Perù del Ministro degli Esteri italiano è stata l'occasione per una intervista di Angela Nocioni per Liberazione (che allaccio qui, dal sito dei DS).

A parte l'interessante distinzione tra populismo e sinistra moderata (entrambe non-sinistre, a pensarci bene...), segnalo l'assenza della Colombia dai pensieri di D'Alema e della Nocioni. Peccato. Sarà perchè ci sono più interessi economici a Lima che a Bogotà?

3 commenti:

Antonio P. ha detto...

Caro doppiafila,
quello di D'Alema è stato esclusivamente un viaggio per interessi economici, anche il nostro ministro è riuscito a mascherare il tutto come una visita ai governi di sinistra moderata. Chissà però cosa penserebbe Lula di essere associato al governo "di sinistra" di Alan Garcia....

Annalisa ha detto...

Ciao doppiafila, innanzitutto complimenti per la nuova veste grafica, anno nuovo...template nuovo vedo.
Ti segnalo la sparata della Nocioni, la quale nell'intervista definisce la redistribuzione del reddito un'elemosina ai povei, tanto che lo stesso D'Alema le ha dato un breve chiarimento.
E poi dai!!!!La Colombia, sai bene che se ne parlerà in Italia solo e quando verrà liberata la Betancourt!!!!
Intanto è stato finalmente liberato Fredy Muñoz e questo non può che rallegrarci.
Cordialissimi saluti.

Die ha detto...

Qua in colombia si dice che la Betancour sia sposata con un guerrigliero e che abbiano un figlio di quasi 4 anni .... credo non la rivedremo molto presto, di conseguenza non se ne parlerá, come dice Annalisa, o lo si fará superficialmente ... come sempre del resto.
Quando ancora ero in italia e raccontavo a miei amici che sarei tornato in Colombia mi facevano domande del tipo: ma avete la luce, ci sono i televisori e cosi via ... tutto questo, prodotto di una sbagliata distribuzione dell'informazione oltre che una negativissima interpretazione della gente ... fate voi.