sabato 13 gennaio 2007

La Sierra

Facevo zapping un paio di sere fa e su Cine Max ho beccato un documentario, "La Sierra". Vedendo il titolo sulla guida TV pensavo fosse un film del terrore, tipo "Chainsaw massacre", visto che sierra significa sega. Mi sbagliavo - anche se alla fine mi sono impaurito lo stesso.

Racconta la storia di due ragazzi ed una ragazza del quartiere La Sierra di Medellin, conteso tra i paramilitari del Bloque Metro e la guerriglia. Uno dei maschi é il comandante degli AUC; finisce ucciso dalla polizia. L'altro é un "soldato semplice", strafatto, al quale finiscono per negare l'accesso alla smobilitazione. Lei, 17 anni, é fidanzata con un detenuto che - a metá documentario - molla per un altro.

Attorno ai tre, ruotano decine di personaggi: mamme, paramilitari, amiche, amici, poliziotti, preti, vicini, vicine. Lo scenario é molto simile alle favelas brasiliane: Medellin é piú calda di Bogotá, e la povertá piú evidente e tropicale.

Mi ha colpito molto il rapporto delle persone con la morte. Un fatto naturale, da aspettarsi molto prima dei 50 anni - morte violenta, naturalmente. Il ciclo della vita é corto e compatto: primi amori a 12 anni, un figlio a 14, vedova a 16, nonna a 35. O - se nasci maschio - assistente soldato a 10, prima pistola a 12, primi amori a 14, papá a 16, papá del secondo figlio (con la seconda moglie) a 18, ammazzato a 20, sepolto dal padre quarantacinquenne.

Se vi capita, vi consiglio di vederlo.

Tanto successo ha avuto il documentario che ora ha una pagina web dedicata. Troverete informazioni anchesui due autori, Scott Dalton e Margarita Martinez. Lui é stato persino sequestrato dalle FARC, qualche anno fa : qui il suo racconto.

PS: CineMax é un canale a pgamento, che solo pochi colombiani possono permettersi (pochissimi).

1 commento:

Annalisa ha detto...

Interessantissima segnalazione, grazie Doppiafila. Abrazos.