domenica 21 gennaio 2007

L'Accordo Segreto di Ralito del 2001

DOCUMENTO CONFIDENZIALE E SEGRETO

Concittadini come enuncia il nostro preambolo; "il popolo Colombiano, invocando la protezione di Dio, e con l'obiettivo di rafforzare l'unità della Nazione e garantire ai suoi integranti la vita, la convivenza, il lavoro, la giustizia, l'uguaglianza, la conoscenza, la libertà e la pace " (1) ci conferisce oggi l'irrinunciabile compito di rifondare la nostra Patria, di firmare un nuovo contratto sociale.

Tutti i presenti oggi assumeremo l'impegno di garantire gli obiettivi dello Stato: "Difendere l'indipendenza nazionale, mantenere l'integrità territoriale ed assicurare la convivenza pacifica e l'esistenza di un ordine giusto". (2)

Costruire questa nuova Colombia, in uno spazio ove "ogni persona ha diritto alla proprietà" (3) e "ha doveri rispetto alla comunità, posto che solamente essa può sviluppare liberamente e pienamente la sua personalità" (4). È la nostra sfida.

Ogni colombiano ha il dovere e l'obbligo di lavorare per la pace, per compiere il mandato costituzionale che ci invita a "cercare di ottenere e mantenere la pace" (5). Questo compito non è prerogativa di pochi, ma dovere di tutti.

Secondo proposta dei presenti, si formeranno gruppi di lavoro che presenteranno i loro risultati durante la nostra prossima riunione di Ottobre.

VIVA LA COLOMBIA

(1) Preambolo della Costituzione Nazionale
(2) Costituzione Nazionale Art. 21
(3) Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo, ONU 1948, art. 17 comma 1º
(4) Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo, ONU 1948, art. 29 comma 1º
(5) Costituzione Nazionale Art. 95 comma 6º


In Colombia, ai 23 giorni del mese di Luglio del 2001 i presenti a quest'atto firmano 32 esemplari dello stesso contenuto che consta di 4 pagine.
In questo documento si attesta che i presenti a questa riunione firmano per volontà propria.

Firmatari
Santander Lozada, Stato Maggiore delle AUC (Salvatore Mancuso)
Adolfo Paz, Stato Maggiore delle AUC (Diego Fernando Murillo, alias "Don Berna")
Jorge 40, Stato Maggiore delle AUC (Rodrigo Tovar Pupo)
Diego Vecino, Stato Maggiore delle AUC (Edward Cobo Tellez)
Jose María López, Governatore di Córdoba
Salvador Arana Sus, Governatore di Sucre
Reginaldo Montes, Deputato (Córdoba)
Luis Alvarez, Deputato Supplente (Córdoba)
Jaime García, Direttore della Corporazione Autonoma delle Valli del Sinù e di San Giorgio
Alvaro Cabrales, ex Deputato
Sigifredo Senior, Sindaco di Tierralta (Córdoba)
Alfonso Campo Escobar, Deputato
Jose María Imbeth, Deputato
William Montes, Senatore (Bolívar)
Rodrigo Burgos de la Espriella, Senatore
Pepe Gnecco, Senatore (Cesar)
Luis Carlos Ordosgoita, Deputato (Córdoba)
Fredy Sanchez, Deputato (Córdoba)
Miguel de la Espriella, Deputato (Córdoba)
Eleonora Pineda, consigliere comunale (Tierralta)
Marciano Argel, Assessore alla Pianificazione di Tierralta
Wilmer Pérez, Sindaco di San Antero
Jose de los Santos Negret, Direttorio Conservatore
German Ortiz, Consulente del Comune di San Antero
Remberto Montes, Deputato (Córdoba) - AL POSTO DELLA FIRMA COMPARE LA DICITURA "ANNULLATO"
Juan Manuel López, Senatore
Antonio Sanchez, Giornalista
Rodolfo Vargas, funzionario del comune di Sincelejo
Jose Luis Feris, Allevatore di bestiame
Victor Guerra, Allevatore di bestiame
Luis Saleman, ex sindaco di San Onofre (Sucre)
Sabas Balserio, sindaco di San Onofre (Sucre)
Edwin Mussi, sindaco di Ovejas (Sucre)
Felipe Quedaga, funzionario del comune di Ovejas (Sucre)

1 commento:

Die ... ha detto...

É scandaloso un documento del genere, sembra quasi Bossi e la fucking Padania, solo che quasti ultimi non agiscono a livello illegale o quasi ...
non ho parole cmq ...