giovedì 19 aprile 2007

Not so fast, Condoleezza

Il Senato degli Stati Uniti blocca parte degli aiuti USA all'esercito colombiano: prima vuole capire come fa il Dipartimento di Stato ad affermare che la situazione dei Diritti Umani in Colombia sia in miglioramento.

Piú di cinquantacinque milioni di dollari in aiuti militari alla Colombia erano bloccati da tempo in attesa che il governo dimostrasse miglioramenti nel tema Diritti Umani e la rottura dei vincoli con gruppi paramilitari. L'11 Aprile scorso, il Dipartimento di Stato afferma che Governo ed Esercito sono in possesso dei "requisiti legali" necessari e liberano gli aiuti.

Deve aver aiutato la decisione di Uribe, a fine 2006, di prelevare i boss paramilitari dalla loro "casa di campagna" e mandarli in carcere; anche l'attivismo della Fiscalía sulla "parapolitica" sarà stata interpretato come segnale positivo. Sta di fatto che la notizia è stata ricevuta con gioia non solo dall'Esercito ma anche da tutti i media locali (El Tiempo, El Colombiano, El Pais di Cali, dal quale abbiamo tratto la foto della Rice, ed altri).

Ieri - però - il Senatore Patrick Leahy (che presiede il sub-comitato della Camera Alta dedicato agli aiuti all'estero) ha ri-congelato questi fondi. Il suo portavoce - secondo l'articolo de El Tiempo - ha citato due ragioni per questo rinvio: la prima è un po' inverosimile ("non abbiamo avuto tempo di leggere tutto il rapporto"), la seconda va più vicino al centro della questione ("vogliamo prima vederci chiaro sugli eventuali legami tra il Generale Montoya e le AUC").

Il Congresso democratico inizia farsi sentire.

6 commenti:

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
doppiafila ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
doppiafila ha detto...

Cari lettori del blog, a partire da questo post i commenti sono moderati. In altre parole, compariranno sulla pagina solo dopo mia "approvazione". Non mi fa piacere dover scegliere questa nuova modalita', ma voglio che questo blog sia sede di discussione sulla Colombia, e non sulla mia vita privata (come invece ha fatto l'anonimo dei messaggi precedenti su questo post). Saluti, Doppiafila

doppiafila ha detto...

Caros lectores de este blog, a partir de esta entrada los comentarios seran "moderados". En otras palabras, apareceran en la pagina sulla pagina solamente despues de mi "aprobacion". No me gusta esta nueva modalidad, pero quiero que este blog sea un espacio de discusion sobre Colombia, y no sobre mi vida privada (como - al contrario - queria hacer el anonimo de los dos comentarios antecedentes). Saludos, Doppiafila

Jdiego ha detto...

Spiacenti commenti da quel che vedo ...
Piuttosto: ma Uribe cosa pretende fare interrompendo la trasmissione televisiva su reti "private", giustificandosi dicendo che non lo fa con intenzioni personali, ma che purtroppo si vede obbligato a trattare temi personali perche in qualche maniera influiscono anche la vita politica del governo??!! poi le continue giustificazioni sia per se stesso che per la famiglia, non fanno altro che indebolire la sua immagine politica a livello nazionale e internazionale; peccato, vale l'intenzione di giustifarsi davanti al popolo colmbiano, ma al quanto ipocrita la "rueda de prensa", ripeto, non so cosa abbia voluto ottenere da ieri sera ... secondo me poco ... scusate il commento un poco fuori dal tem del post di Doppifila
Saluti