martedì 26 giugno 2007

Il colombiano più famoso d'Italia

L'onore tocca a Diego Fernando García, ventiquattrenne di Florencia (Caquetá) e residente in Friuli.
É sua l'automobile della foto qui a destra (da Corriere.it), bloccata un paio di settimane fa dai Carabinieri mentre da Trinità dei Monti cercava di raggiungere Piazza di Spagna per la via più breve: le scale.

La notizia è stata ripresa dal Corriere del 13 Giugno scorso, da ADN Kronos, da Quotidiano.net, dall'edizione di Repubblica del Trentino, dall'AGI, e dai blog di Panorama, 06blog.it e Babs. Ultimo in ordine di tempo (e mia fonte per scoprire il caso) El Tiempo, che riesce ad intervistare il protagonista.

Cosa è successo quella notte a Piazza di Spagna? Ognuno ha la sua versione. Secondo García, una ventina di Marines avrebbero spinto la sua auto giù per la scalinata mentre lui ammirava il panorama. Per altri articoli, era lui ad essere ubriaco ed alla guida dell'auto. Quale che sia la versione reale in ogni caso non sarebbe verosimile: cose della dolce Vita... (I Marines, ad ogni modo, c'erano e sono stati fermati, salvo poi essere consegnati all'Ambasciata Americana).

4 commenti:

Alessandro ha detto...

Se investiva i marines, diventava troppo il mio idolo!

winke ha detto...

Condivido in pieno il commento di alessandro e... figurati se gli ammerrecani non la passavano liscia!!...oggi un'auto giù per le scale...ieri una funivia che si schianta al suolo...per non parlare di apparizioni/sparizioni di imam dal territorio italiano...EVVAI!!!! Venghino siori venghino.. nella terra dei cachi!!

pepo_bogotano ha detto...

Sono, colombiano, e gente come questa é una vergogna, per tutti noi "i colombiani"... Voglio dire che, per un'animale, come questo, non si puó generalizzare, i colombiani siamo, gente molti lavoratori e buona, peró per disgrazia, hanno, gente mala e per questa gente, habbiamo mala immagine, grazie per questo spazio...
Arrivederla.

doppiafila ha detto...

Ciao pepo_bogotano, grazie del commento! Mi azzardo a dire che tutti il lettori di qeusto blog vogliono bene alla Colombia ed ai colombiani, per cui sei in buona compagnia! Saluti, Doppiafila