venerdì 22 giugno 2007

Internet geopolitico

Metà del Paese non ha accesso ad Internet da quasi due giorni, ed il servizio sarà ripristinato solo questo pomeriggio (se tutto va bene).

La cattiva notizia è che anche in infrastruttura 2.0 la Colombia sta messa maluccio. Prendiamo proprio questa crisi ad esempio: tre settimane fa si verifica un danno al cavo ARCOS (Americas Region Caribbean Optical-ring System - l'anello che serve i paesi caraibici, nell'immagine a destra), di Columbus Networks. Ci vogliono più di due settimane (cioè praticamente fino all'altro ieri) per cominciare le riparazioni perché - secondo l'azienda - la statale venezuelana CANTV esige molte carte e molta burocrazia. L'anello funziona quindi in senso orario ed il traffico colombiano raggiunge la rete attraverso l'America Centrale ma solo fino a mercoledì, quando si presenta un'avaria nel tratto costiero tra Honduras e Nicaragua: l'anello è rotto.
Alcuni provider mandano quindi il proprio traffico sul cavo sottomarino Maya, che in un viaggio non solo geografico porta i bit da Tolú fino ad Hollywood, FLA. Ma anche questo si "guasta" dalle parti di Panama e funziona a mezzo regime.

Situazione preoccupante.

La buona notizia è che già si lavora su una connessione diretta tra Colombia e Stati Uniti (Florida) che - per fortuna - non si chiamerà New Americas Region Caribbean Optical-ring System...

Nessun commento: