martedì 26 giugno 2007

La rinascita di Bogotá

Grazie alla gentilezza di Loupsos, ho ricevuto il pdf dell'articolo su Bogotá pubblicato questa settimana da Internazionale.

Il pezzo di Pedro Sorela presenta alcuni classici: il cambio degli ultimi 15 anni, la sorprendente differenza tra (mala)fama e realtà, il ruolo fondamentale di Mockus e Peñalosa, il rinnovato orgoglio dei cachacos. Originale l'apprezzamento sul cambiamento del clima della città: da "nevera" (frigorifero, come la chiamavano simpaticamente i molti immigranti) a piacevole autunno temperato in meno di cinquant'anni. Per fare un apprezzamento del genere aiuta essere nato a Bogotá nel 1951 (come Sorela).

Un po' iperbolica l'affermazione d'esordio: secondo l'autore, Bogotá sarebbe all'altezza di Buenos Aires, San Paolo o Città del Messico. A mio modesto parere, la capitale della Colombia è ben lontana da tutte e tre - e non è detto che sia un difetto!

2 commenti:

Die ha detto...

Grande Mockus! ... m'é piaciuto il commento finale, un saluto Doppia.

edwin ha detto...

RAGAZZI, HO VISTO AL SUPER QUARK DI RAI 1, UN INFORME DEDICATO AL TRANSMILENIO DE BOGOTà, E MI HA FATTO PIACERE SENTIRE TANTI COMPLIMENTI A UNA CITTà COME LA NOSTRA E SOPRATUTTO AL EX SINSACO ENRIQUE PEÑALOSA. DA PARTE MIA COMPLIMENTI BOGOTà, E PEÑALOSA , TORNA A GUIDARE QUESTA CAPITALE... CI MANCHI...