martedì 31 luglio 2007

Bogotá tra le "15 piú verdi"

Secondo la rivista Grist, Bogotá é la dodicesima cittá piú verde del mondo. Se vi sorprende, continuate a leggere...

In una cittá conosciuta per la criminalitá e le baraccopoli" - dice la parte dell'articolo riferita alla capitale colombiana - "un sindaco ha condotto una crociata contro le automobili che ha contribuito a fare di Bogotá una delle cittá piú accessibili e sostenibili dell'emisfero occidentale. Enrique Peñalosa, sindaco dal 1998 al 2001, ha usato il periodo del suo incarico per creare un sistema di trasporto su gomma molto efficiente, ricostruire i marciapiedi per consentire ai pedoni di circolare in sicurezza , per costruire piú di 300 chilometri di piste ciclabili e per revitalizzare 1.200 spazi verdi".
L'articolo continua a narrare le gesta del sindaco, che "ha ridotto l'uso delle auto durante l'ora di punta, riducendo il traffico del 40 per cento, ed ha aumentato le tasse sulla benzina. La cittá ha anche avviato un "giorno senza auto" annuale ed ha l'obiettivo di eliminare del tutto l'uso dell'auto privata nelle ore di punta entro il 2015. Unthinkable!"

Occhio peró: le 15 cittá piú verdi, ci spiega Grist, "non sono i luoghi piú verdi del mondo in senso letterale - non sono necessariamente piene di verde, per dirne una, ed alcune devono ancora percorrere un lungo cammino verso la sostenibilitá".

Si tratta quindi di un riconoscimento del miglioramento di Bogotá (piú che del suo livello attuale) e - consentitemi la malizia - dell'abilitá nelle Pubbliche Relazioni del candidato Peñalosa...

4 commenti:

conteoliver ha detto...

Ma veramente questi dati non sono sorprendenti, nel senso che anche in Italia si è parlato abbastanza dei miglioramenti di Bogotà dovuti ai metodi anche "giocosi" di Mockus, il sindaco precedente.
Naturalmente non sono mai stato lì per verificarli di persona ...

doppiafila ha detto...

Ciao Oliver, la sorpresa forse nasce dal fatto che qui a Bogotá ci sono solo due parchi pubblici, l'aria é inquinata in modo selvaggio, le piste ciclabili sono spesso solo un tratto di vernice sul marciapiede e una pedalata di mezz'ora ti toglie un anno di vita... ;-)
SAluti, Doppiafila

Anonimo ha detto...

Grazie DoppiaFila per il tuo saluto. E' un onore averti tra i miei "preferidos". Un abbraccio e speriamo di "confrontarci" sempre più sulle vicende socio-metropolitane delle rispettive capitali :-))) Un romano "invidioso" -:)))) Vale.

Die ha detto...

Beh meno male DF che non hai conosciuto Bogotá 10 o 15 anni fa sennó il commento sarebbe molto piu pesante(la Caracas di prima era terribile, lavoro di Pastrana del resto), non che questo lo sia, in effetti cio che dici é giusto, il peggio poi secondo me é l'inquinamento: ad ogni incrocio rischi l'enfisema polmonare quasi.
Comunque i cambi sono molti grazie a Peñalosa (credo che voteró per lui al comune di Bogotá, anche perche non c'é altro ...) e il mitico Mockus.
Magari tornasse!