lunedì 16 luglio 2007

Da El Tiempo di oggi

Apriamo la settimana con una mini-rassegna stampa da El Tiempo, che oggi tocca vari temi cari a Bogotalia e, almeno così spero, ai suoi lettori.

L'editoriale è dedicato alle privatizzazioni che - finalmente - vengono chiamate col loro nome e non "affari", "alienazioni" o "democratizzazioni" (anche se nel titolo si parla di "vendite", purtroppo). Il contenuto potremmo riassumerlo così: privatizzare è giusto se lo Stato usa bene i soldi che gli danno. L'unica funzione di un articolo così è far pensare che la posizione del giornale (e dei suoi soci, tra i quali il vicepresidente ed i ministri della Difesa e dell'Ambiente) sia equilibrata e non ideologica.

Una breve e vergognosa nota rende conto dell'omicidio di Darío Torres, della Comunità di Pace di San José di Apartadó. Che sia breve passi: il giornale non si distingue per la profondità del suo giornalismo. Ma che a questo omicidio siano dedicate le ultime righe di un articolo occupato da una bomba in un bordello è veramente scandaloso - e fornisce la prova di come sia superficiale e distratta la copertura dei fatti di questa comunità, che si direbbe più popolare in Europa che qui... E poi il titolo: "Due crimini turbano la tranquillità di Apartadó", veramente da Pulitzer.

Per concludere, un sondaggio sulle prossime elezioni per l'alcalde (sindaco) di Bogotá. EnriquePeñalosa, sindaco storico del Transmilenio ed appoggiato dai liberali e dagli uribisti di Cambio Radical, e Samuel Moreno, vincitore pochi giorni fa delle "primarie" del Polo Democratico Alternativo, sono separati dall'errore statistico attorno al 40% delle intenzioni di voto.

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Omicidio schifoso. E schifosa la poca attenzione che è stata data. Quanto a Penalosa, mi piacerebbe conoscere la tua opinione.
Karlita

Anonimo ha detto...

Caro Paolo, In l´espresso di questa settimana viene publicato una intervista con il Presidente Uribe. Ti la consiglio

Tanti Saluti MArio

doppiafila ha detto...

Karlita, a me Peñalosa pare una persona decente; é stato un buon sindaco e lo sarebbe di nuovo (credo) perchè può contare su un sano e genuino appoggio da parte di una gran fetta dei bogotani - proprio per questa immagine di persona slegata dagli ambienti politici tradizionali. Cer, però, che l'appoggio di Cambio Radical (partito della destra della coalizione urbista) non fa proprio ben sperare...

doppiafila ha detto...

Ciao Mario, grazie mille per la segnalazione: ho giá messo le mani sull'intervista, e credo le dedicherò un post. Saluti, Doppiafila