mercoledì 25 luglio 2007

Narcotraffico = Guerra

Questo è il risultato del primo sondaggio di Bogotalia, che è apparso per una settimana sulla colonna di destra.

I 26 lettori che hanno votato in questi sette giorni si sono trovati di fronte ad una frase da completare ("La guerra in colombia finirà...") ed a cinque possibili finali:
1) ... entro il 2010 ........................................ 4 voti - 15%
2) ... tra il 2010 ed il 2020 ........................... 2 voti - 7%
3) ... dopo il 2020 ........................................ 1 voto - 3%
4) ... solo quando finirà il narcotraffico ...... 18 voti - 69%
5) ... solo con un intervento straniero ............ 1 voto - 3%

Il 70% dei voti andati all'alternativa 4 - solo quando finirà il narcotraffico - sono significativi, pur considerando il limitato numero di voti espressi.
La guerra in Colombia - questa è la mia interpretazione - è un problema internazionale (come lo è la droga) e non esclusivamente locale. Anche la sua soluzione quindi dovrebbe vedere coinvolti, quanto meno, i maggiori paesi consumatori di cocaina - U.S.A. ed Unione Europea.

Segnalo anche il 15% che vede il conflitto terminato entro i prossimi tre anni, ovvero prima della fine del secondo mandato di Uribe. Speriamo abbiano ragione loro.

Il prossimo sondaggio: chi votereste come Presidente della Colombia se le elezioni fossero tra una settimana?

5 commenti:

Anonimo ha detto...

Diario.it parla di Medellin:www.diario.it/home_diario.php?page=cn06102007

Die ha detto...

Non é che hai altri candidati alla presidenza? ... comunque alcuni nomi sembrano messi provocatoriamente ... con che fine?

Die ha detto...

A proposito della manifestazione colombiana a Milano e Roma:
http://www.corriere.it/vivimilano/cronache/articoli/2007/07_Luglio/25/colombia_ostaggi_manifestazioni.shtml

Comunque more respect per i milanesi che ci stiamo dentro noi!

Anonimo ha detto...

massimo rispetto Die per Milano e per i milanesi, mi sia concessa però una piccola ironia sull'atteggiamento molto compenetrato che caratterizza i meneghini di qualunque ceto e strato e qualunque cosa facciano......è un difetto in mezzo a molti pregi....

doppiafila ha detto...

Ciao Die, i candidati sono messi con un criterio tutto personale: Uribe non poteva mancare; un rappresentante per ciascuna delle insurgenze armate (Mancuso e Marulanda); un politico della sinistra tradizionale (Gaviria) uno della sinistra non tradizionale (Betancourt) e per finire Juan Manuel Santos - giusto per vedere se a qualcuno piace!
Ad ogni modo, se ci saranno molti voti potremmo organizzare unsecondo turno coi candidati proposti dai lettori!
Saluti, Doppiafila