martedì 10 luglio 2007

Informazione Raffinata

Vedere sull'unico quotidiano colombiano una notizia così e sapere per certo che la passerà liscia mi riempie di tristezza e di pessimismo per le sorti di questo paese, dove le medaglie non hanno rovescio.


Ecopetrol vuole costruire una raffineria in CentroAmerica nell'ambito del Piano Puebla-Panama (del quale fa parte anche la Colombia, nonostante non sia compresa tra i due estremi...). Si presenta quindi ad una gara con altre tre aziende; se dovesse vincere, l'investimento sarà di circa 7 miliardi di dollari.
Sta di fatto che la stessa Ecopetrol ha venduto poco meno di una hanno fa il 51% della sua raffineria di Cartagena agli svizzeri di Glencore perché - secondo i portavoce della compagnia e del Governo - non aveva soldi per modernizzarla. Per il controllo di questo impianto Glencore ha pagato poco più di 600 milioni di dollari (con la promessa di investirne circa 700).
Ma come? Un anno fa priovatizzava un "gioiello della corona" perché non aveva 1,300 milioni di dollari ed ora è disposta a spenderne quattro volte di più???
Di fronte a questo apparente assurdo, persino il giornalista (non identificato) de El Tiempo si pone la domanda da 1 milione di dollari (o da un miliardo): perché svendere Cartagena se i soldi ci sono?
La risposta è commovente per la sua enormità: perchè oggi Ecopetrol può contare sui denari che entreranno per la sua stessa privatizzazione, che inizia in Agosto 2007.
Possibile che il giornalista (ed il suo editore) non sappiano che la "svendita" di Cartagena avvenne dopo che il Governo annunciò la privatizzazione di Ecopetrol, nel Luglio del 2006? Possibile che gli sfugga che Ecopetrol ha avuto un utile netto di 3 mila miliardi di pesos nel 2006, pari a circa 1 miliardo e mezzo di dollari, e che quindi gli bastava investire l'utile di sei mesi per modernizzare Cartagena senza rimetterci metà della proprietà??? Possibile che non sentano l'imperativo professionale di suggerire (almeno) che ci sia altro dietro queste decisioni apparentemente illogiche????
Macché. Qui il problema non é la "cattiva informazione", siamo già in piena dis-informazione.

2 commenti:

Flavio Ferrari ha detto...

Em que lugar e momento da história foi diferente ?

doppiafila ha detto...

Oi Flavio, meu deus quanto cinismo!!!:-) Admito que os meios de comunicaçao nao sao là grande coisa, mas já vi artículos melhores que este do El Tiempo... Um artículo assim na Italia - por exemplo - significaria para o jornalista uma serie de "ataques" à sua profisionalidade, parcialidade etc etc. O problema aquì è a total falta de reaçao a este tipo de despropòsitos - no maior jornal do país!!! Um abraço, Pa... ehm, Doppiafila