domenica 7 ottobre 2007

Ancora PR?

Dopo i diari dell'olandese, la disperata diserzione di alias Angélica.

Faccio un collage dei vari resoconti apparsi sui media online colombiani: la giovane guerrigliera, forse Yorledy Velasco Serrano, nota col nome di battaglia "Angelica", fugge dall'accampamento della sua colonna nel Vichada e raggiunge l'aeroporto di Puerto Príncipe.
Lí sale su un piccolo aereo ad elica e:
a) fa scendere i passeggeri, punta il suo fucile alla tempia del pilota e si fa portare a Villavicencio;
b) implora in lacrime di essere portata via, ed il pilota spaventato dal suo fucile e dalla mimetica la porta a Villavicencio;
c) arriva in qualche modo a Villavicencio, dove dichiara di volersi "smobilizzare", consegna le armi e fa capire di essere fuggita dai maltrattamenti del Frente 16 delle FARC.

La Polizia, sempre ben informata, informa che alias Angelica non sará processata per dirottamento. E che durante il volo ha confermato al pilota che El Negro Acacio - noto comandante delle FARC - é effettivamente morto durante un attacco dell'Esercito.

Per approfondire (si fa per dire): il resoconto di un pagina locale e l'intervista de El Tiempo al pilota.

Nessun commento: