venerdì 2 novembre 2007

Moreno sindaco: ecatombe?

Samuel Moreno del Polo Democratico Alternativo é stato eletto sindaco di Bogotá. Succede a Lucho Garzón, anche lui del PDA, e conferma la "salute" dell'alternativa democratica di sinistra in Colombia. L'establishment aveva giocato una delle sue carte migliori per fargli testa ed ha perso senza appello: l'ex sindaco Penyalosa pareva destinato a vincere con un braccio legato dietro la schiena, e deve invece dire addio ad ogni ambizione amministrativa o politica (anche se riciccerá da qualche parte, vista la cronica mancanza di politici di profilo internazionale).

L'uribismo subisce un colpo durissimo: Bogotá conta un 15% dei voti del Paese, ed é il centro del voto d'opinione. I colombiani cominceranno ad accettare che un partito di sinistra puó governare senza necessariamente consegnare il paese alle FARC. Il gioco degli -ismi (uribismo, pastranismo, serpismo) potrebbe lasciare spazio ad una vera dialettica democratica tra due visioni alternative.

Prima che questo "lungo termine" si materializzi, restano vari anni in cui la maggioranza dei colombiani continuerá a vedere il diavolo a sinistra. Ed Uribe - che dei suoi concittadini conosce l'animo - sfrutterá le loro paure per cercare la terza presidenza. Gli manca segare le gambe a qualche concorrente di destra (Vargas LLeras, ad esempio) per potersi proporre come il salvatore della Patria, l'unico che potrá salvare il Paese dall'assalto del Polo a Palazzo di Narinyo.

Vincerá anche questa scommessa?

3 commenti:

Die ha detto...

Bé direi che si comincia a respirare un aria piu democrata, si comincia a vedere il risultato di avere piu partiti e la mentalita colombiana comincia ad allontanarsi da quella vecchia e subdola trappola del "frente nacional", potere politico duolizzato da i Conservatori e Liberali, che poi finiscono per avere una visione destrista entrambi.
Direi anche che é positivo che il Polo abbia vinto, anche se a me non piace come ottica politica, pero é utile per contrarrestare il partito di Uribe, che vederlo una terza volta alla presidenza sarebbe troppo, un altro Castro o Chavez alla colombiana ??!! ... ma per favore!

Francesco ha detto...

Caro Doppia,non sarei cosí ottimista con la sinistra in Colombia...é naturale che abbia vinto a Bogotá perché la giunta Garzon almeno nel sociale ha lavorato bene e per di piú si era sparsa la voce che Peñalosa volesse togliere i "comedores comunitarios" che stanno dando da mangiare alla parte piú vulnerabile di Bogotá.Peró nel resto del paese il PDA mi sembra un illustre sconosciuto a parte in Nariño...la strada é ancora lunga...in effetti quando alcuni esponenti del PDA si mettono a dire che Cuba é il miglior paese del mondo ed inneggiano al Chavismo come soluzione ai problemi della Colombia..."God save the Colombia!".
Saluti dal Santander

Anonimo ha detto...

caro amico prova a leggerti questo...trovato per caso spulciando articoli vari sulla Colombia

http://www.nuovacolombia.net/cartelle/documentianc/ndrangheta.htm