sabato 1 dicembre 2007

Ritrovato il pezzo su Vanity Fair

Quasi un anno fa, scrivevo di un articolo apparso sull'edizione italiana di Vanity Fair e riportato da El Tiempo (nota: il link sul post originale é ormai rotto - peccato, speravo che El Tiempo li conservasse ad aeternum), nel quale si parlava di Bogotá come di un "paradiso nascosto" da scoprire.
All'epoca, il post fu uno dei piú commentati di Bogotalia - e credo che ancor oggi conservi il primato coi suoi 17 commenti 17.

Oggi ritrovo su Colombiaonline.it una trascrizione del pezzo con immagine della cartina (riportata qui a destra) in cui compare Bogotá (con l'accento giusto!) a fianco degli altri paradisi nascosti (Sibiu, San Blas eccetera).

Noto che il pezzo é attribuito a Maria Grazia Casella, mentre El Tiempo lo faceva a firma di Laura Fiengo. Quale che sia l'autrice corretta, vale la pena leggere il pezzo (o "boxino", come mi faceva notare un anonimo commentatore) e confrontarlo con l'esperienza (o immagine ) che si ha della cittá: intrattenimento garantito!

Nessun commento: