mercoledì 30 gennaio 2008

La strana conferenza stampa



Il 25 Gennaio scorso, il Presidente colombiano Álvaro Uribe ed il Segretario di Stato americano Condoleezza Rice hanno rilasciato dichiarazioni sulla recente visita di quest'ultima a Medellín.

Il video prodotto da TV Antioquia (cosí come lo pubblica il sito del Dipartimento di Stato USA) lo potete vedere qui sopra.

Com'é normale in una conferenza stampa, si lascia tempo per alcune domande - normalmente riservate ai giornalisti piú importanti tra quelli che coprono l'evento.
Effettivamente, il primo ad intervenire é Jonathan Beale, della BBC, corrispondente proprio presso Dipartimento di Stato (trovate la sua domanda al minuto 9:51 del filmato).
La terza (ed ultima) domanda - al minuto 14:17 - é di Sylvie Lanteaume, dell'AFP, che avrebbe riportato le sue impressioni su un pezzo d'agenzia del giorno dopo.

Ma la piú curiosa é la seconda domanda: l'unica che tocca ad un giornalista colombiano.

Il privilegio tocca a Gloria Patricia Osorio. Potete ascoltarla al minuto 12:40. Appena sentito il nome mi sono chiesto "come mai non conosco una giornalista cosí importante?"; se l'hanno scelta per rappresentare tutta la stampa del paese, dev'essere davvero un nome - ed io che da tre anni tengo un blog sulla Colombia non l'ho mai sentita nominare!

Corro quindi su Google. Posso cercare solo il nome, perché il "telecronista" di TV Antioquia non ha citato la testata (come invece aveva fatto per gli altri due). I risultati della ricerca sono sorprendenti: non c'é traccia di una giornalista con questo nome, e meno ancora di un pezzo da lei firmato sulla visita della Rice.

Stranissimo, perché sia per Beale che per la Lanteaume la ricerca produce frutti copiosi: articoli, profili, interviste, tracce abbondanti della loro attivitá professionale.

Di Glorie Patricie Osorio ne trovo una al comune di San Jerónimo (Antioquia, Colombia, a due passi da Medellín) ed una Ministra del Governo regionale di Caldas (un dipartimento ai confini con Antioquia).

Poi dicono che uno pensa male...

Nessun commento: