mercoledì 23 gennaio 2008

Un milione di voci contro le FARC

Il 4 Febbraio prossimo si terrá in varie cittá colombiane e mondiali la marcia "Un milione di voci contro le FARC", organizzata attraverso il sito colombiasoyyo.

L'appello - inizialmente pubblicato su Facebook - é pubblicato alla fine di questo post nella sua versione in italiano (ce ne sono in altre otto lingue). Sul sito ci sono anche i contatti degli organizzatori dello stivale: Milano, Napoli, Roma e Torino fanno infatti parte delle decine di cittá in cui si cercherá di manifestare - in luoghi pubblici - contro le FARC.

Secondo El Tiempo si tratta di un'iniziativa "privata", che solo dopo ha raccolto l'appoggio dei media e del MInistero degli Esteri colombiano. Secondo ANNCOL, invece, si tratterebbe di un piano della CIA (che secondo The Guardian sarebbe il potere occulto dietro Facebook) per destabilizzare il Venezuela.

Vari blogger colombiani si sono uniti all'iniziativa: tra quelli che leggo piú spesso segnalo ¿Comunicación?, Liberal Colombiano, Atrabilisoso e Rolita816.

Se qualche lettore di Bogotalia si trovasse ad incrociare una di queste manifestazioni, un reportage sarebbe graditissimo (e pubblicatissimo, naturalmente)!

____________________________________________________

UN MILIONE DI VOCI INSIEME CONTRO LE FARC

Abbiamo bisogno di far ascoltare la nostra voce. Non tacciamo più, affinché tutto il mondo ci ascolti; affinché ogni guerrigliero e ogni guerrigliera ci ascolti: Rifiutiamo le FARC – EP (Forze Armate Rivoluzionarie della Colombia - Esercito del Popolo), Noi NON vogliamo piú la lotta armata.

Le FARC ancora una volta ci hanno ingannato, rifiutando di consegnare i sequestrati in loro potere, utilizzando ogni tipo d'inganno e di elusione.

Il sequestro è il peggiore degli attentati alla dignità umana che si possa commettere, e le FARC hanno tenuto imprigionate più di 3000 persone per molti anni, mentre si dedicavano alla delinquenza e ad accrescere narcotraffico e terrorismo, recando povertà e miseria alla nostra patria, che ha sofferto per oltre 40 anni questa piaga e questa tragedia umana.

Colombia, Colombiani, e amici di tutto il mondo, gridiamo insieme:
BASTA!
BASTA SEQUESTRI!
BASTA MENZOGNE!
BASTA MORTI!
BASTA FARC!

Uniamo un milione di voci in questo gruppo, facendo sapere al mondo intero che in Colombia non abbiamo bisogno de alcun esercito del popolo, che le FARC sono un gruppo terrorista, assassino, nemico del popolo e del mondo.

Questa è una causa al di là di ogni colore político. E´ una causa umanitaria, animata solo dal sentimento di solidarietà per la nostra amata patria.
Unisciti a noi. Facciamoci sentire. Si ascolti la nostra voce.

Un milione di voci insieme contro le FARC.

http://www.facebook.com/group.php?gid=6684734468

2 commenti:

Francesco ha detto...

Quel giorno saró a Panama,se lá la faranno volentieri riferiró...devo dirti,caro Doppia,che essere vip anche e sopratutto in Colombia é un buen volano per imboccare corsie preferenziali:giorni fa mi trovavo al ministero degli esteri a Bogotá(a proposito,non l'ho trovata un granché bene la cittá,mancando dal 2006...piú sporca del solito e zeppa di indigenti e prostitute...la "cura Moreno" non si é ancor fatta sentire...) a rinnovare il mio visto e...un noto attore messicano,molto popolare in questi giorni per altrettanto famosa "novela" é stato fatto passare davanti a tutti ed é uscito dopo 10 minuti...notevole anche la modella "paisa" che lo accompagnava...noi "comuni mortali" ci siamo beccati dalle 4 alle 5 ore di attesa...vabbé piú di tanto non mi scandalizza,essendo io nato in Italia,dove le raccomandazioni ed i benefit per alcune persone sono diventate una bandiera del bel paese...
Saluti dal Santander.

Roberto ha detto...

ciao doppiafila.manifestare contro le FARC è condivisibile ma perchè non approfittere della grande risonanza che sta avendo la manifestazione per renderla un po più significativa?
non so, accanto allo striscione contro la guerriglia si potrebbe srotolare lo striscione contro i paramilitari.ma forse questo non interessa,in effetti come dice il buon Uribe in Colombia non esistono squadroni della morte parastatali..