domenica 9 marzo 2008

Amici come prima?

Com'era facile immaginare, la guerra tra Colombia, Venezuela ed Ecuador non c'é stata.I carri armati bolivariani non si sono saldati con l'avanguardia delleFARC, i soldati ecuadoriani non hanno versato il glifosato dell'anno scorso dal lato colombiano della frontiera e neppure le corvette nicaraguensi hanno assaltato San Andrés e Providencia.

Più semplicemente Uribe ha abbassato la cresta ed é andato a Canossa stringendo la mano ad un Correa con la faccia arrabbiata, al solito Ortega strapaesano ed al Chávez di sempre.

Tutti contenti: ognuno ha fatto la sua parte e può considerarsi vincitore di fronte alla propria base popolare. Il commercio intanto riprende, e gli esportatori sospirano con sollievo.

La "foto" é tratta da Tienen Huevo (da un'idea di Vulturno).

14 commenti:

Melina2811 ha detto...

Grazie per tutte le informazioni che dai ogni giorno....

Anonimo ha detto...

Ciao doppiafila mi sa che non ha visto tutta la cumbre de rio per che veramente chi ha abassato la testa e stato Chavez cambiano il discurso ofensivo per uno piu d'accordo con un presidente di stato.

AnnalisaM. ha detto...

Io non la vedrei come un'abbassare la testa di nessuno, se è per questo anche Uribe non è stato da meno, piuttosto come un agire molto responsabile da parte di tutti. La cosa che mi sembra importante è che si sia giunti a questo accordo in una cumbre tutta latinoamericana, senza ingerenze del Nord, questo forse è un segnale interessante. I problemi ovviamente non sono risolti, ma sembra che a molti dispiaccia che non sia scoppiata una guerra, Chavez è sempre cattivo no? anche quando fa il bravo...

Melina2811 ha detto...

ciao da Maria

Anonimo ha detto...

non concordo assolutamente con anonimo....chi si è abbassato a "straleccare" è stato Uribe.
Avrà pure trovato "collegamenti" tra le Farc e i due presidenti "Ecuador e Venezuela", ma per il quieto vivere e forse perchè se la faceva sotto (per qualche sua marachella che sarebbe venuta a galla) ha preferito glissare e dare anche la mano al collega nicaraguense!!!!
Karlo

Anonimo ha detto...

É finita a "tarallucci e vino"...sembra, anche se i fatti dimostrano sempre piú che la coerenza in politica sia una cosa assolutamente rara...comunque meglio cosí,di guerra qui in Colombia ve ne é giá abbastanza...
Saluti dal Santander.
Francesco

Baltic Man ha detto...

Bello vedere come qualsiasi "finale" non va mai bene a nessuno.

Se Chavez avesse dichiarato guerra era meglio??

Anonimo ha detto...

Baltic, Chavez non avrebbe dichiarato guerra alla Colombia perchè sa benissimo che avrebbe avuto all'assalto il suo carissimo amico Bush. D'altronde, è risaputo che l'Ecuador dispone di una forza militare ridottissima e che quella della Colombia è di gran lunga superiore a quella dell'Ecuador e del Venezuela messe assieme. Fatti due conti, ognuno ha pensato che era meglio finirla lì. Ma la figura del babbeo l'ha fatta proprio Uribe.......

Karlo

Anonimo ha detto...

V'invito a dare una letta:

http://www.abpnoticias.com/boletin_temporal/contenido/articulos/colombia_asesinato_reyes66.html




Karlo

doppiafila ha detto...

Ciao anonimo, é vero - non ho visto tutto il vertice di Rio. IN effetti - come milioni di altri - mi sono solo guardato (e riguardato) il filmato con la "passeggiata di Uribe". É un po' poco per generalizzare, ma bisogna considerare che i protagonisti sanno benissimo che sono proprio quei pochi minuti che saranno visti dalla "gente", e quindi concentrano ad arte la propria posizione attraverso del body language, delle parole eccetera. Tutti hanno fatto qualche passo indietro (aompreso Chávez, almeno nei toni), ma é stato Uribe a prendere coragio ed a cercare gli altri per l'"abbraccio risolutivo". In questo senso, é stato lui ad abbassare la testa (dimostrando che é un abile politico e sa quando giocare le varie carte di cui dispone). Saluti, Doppiafila

doppiafila ha detto...

Ciao Karlo, non so se leggerai questo commento (ovunque tu sia), ma sono curioso di sapere perché pensi che Uribe abbia fatto la figura del babbeo... a me la parola piú indicata sembrerebbe invece "paraculo": ha ottenuto quello che voleva, pagando un (minimo) prezzo: la faccia arrabbiata di Correa el 10 divisioni fantasma di Chávez alla frontiera per 10 giorni! Saluti, Doppiafila

Anonimo ha detto...

Ha fatto la figura del babbeo perchè:
- è comandante in capo dell'Esercito e quindi sapeva BENISSIMO che l'offensiva era in territorio ecuadoregno;
- ha sbandierato ai quattro venti dei due computer rinvenuti e delle evidentissime collusioni della FARC con la Presidenza ecuadoregna e con Chavez;
- è a conoscenza (molto più di quanto noi sappiamo) delle collusioni tra questi due paesi e le FARC;
- ha una diatriba infinita con il Nicaragua che rivendica e rivendica San Andres e Providencia;
quindi, ergo, sostanzialmente....
a. per primo ha sbagliato lui;
b. a detto al mondo intero che la Presidenza dell'Ecuador e del Venezuela sono colluse con la FARC;
c. ha minacciato di denunciare il tutto.....
poi, quando ha visto che Correa correva (scusatemi il gioco di parole) per tutta l'America Latina cercando appoggi (Brasile ed Argentina in testa)......forse si è messo paura rimangiandosi il tutto e facendo la figura del "babbeo".
Ha fatto la figura del babbeo, che poi "paraculo" è la stessa cosa.....credo che nello specifico il "paraculo e il babbeo" possano tranquillamente camminare a braccetto.

Il bello di tutto è che, come auspicavo, ai confini tra Venezuela e Colombia, dopo la bufera, la gente del posto si è abbracciata per lo scampato pericolo (almeno per il momento!!!)

Saluti

Karlo

doppiafila ha detto...

Ciao Karlo, continuo a non seguire: OK, Uribe sapeva che l'attacco era in territorio ecuadoriano. In questo caso, l'espressione azzeccata sarebbe "finto tonto" o addirittura "falso come Giuda" - una delle armi della politica internazionale, ammetterai... Quanto ai PC, finora restano un po' nell'ombra, ma ad Uribe sono serviti a convincere l'opinione pubblica interna che attaccare il suolo ecuadoriano era giustificato dalla vicinanza del governo locale con le FARC.
Secondo me, ha fatto una giocata a due sponde che gli é riuscita benissimo: 84% nelle inchieste, quasi l'ecatombe militare, la seconda rielezione piú vicina, CHaevz e Correa sostanzialmente messi a tacere... un colpo gobbo!
Saluti, Doppiafila

Anonimo ha detto...

e di quest'articolo che ne pensi?
se vuoi apri pure un nuovo post!!!


http://qn.quotidiano.net/gossip/2008/01/21/60423-chavez_mastico_coca_ogni_mattina.shtml

Karlo