domenica 13 aprile 2008

Pillole di Palacios - 3

"[alla fine del XIX secolo] A metá del mandato presidenziale il paese entrava in fibrillazione per la scelta del prossimo presidente, che veniva eletto sei mesi prima dell'insediamento".
"Le elezioni non erano atti individuali, razionali e volontari ma manifestazioni collettive di adesione simbolica, riti d'identità. Fino a molti anni dopo l'inizio del ventesimo secolo, nei paesi di tutte le regioni [...] la gente votava in gruppi, che arrivavano ai seggi urlando viva e abbasso".

Nessun commento: