domenica 11 maggio 2008

Uribe, il portatore sano

In medicina, si dice di una persona che pur non manifestando i sintomi di una malattia e non essendo quindi malata, può però trasmettere la malattia ai propri figli. In politica, il "portatore sano" quello che evita miracolosamente gli schizzi quando la proverbiale "shit" viene sparpagliata esplosivamente dal ventilatore. L'intervista de El Tiempo a Luis Carlos Restrepo contiene la versione ufficiale (leggasi = governativa) dei fatti sulla "shit" della parapolitica e - sorpresa! - Uribe ne esce immacolato.

"Paracopoli" é nata grazie al coraggio di Álvaro Uribe e del suo Governo; le rivelazioni dei paramilitari hanno dimostrato che i partiti uribisti sono contaminati; Uribe é stato eletto dal popolo, non dai partiti; ergo, la soluzione é sciogliere questi partiti
.

Questo é il "teorema ufficiale", e preparatevi a gustarvelo in tutte le salse. Se passa questa lettura dei fatti, l'Esecutivo salterà dalla parte dei buoni (assieme al Giudiziario) e lascerà la candela in mano al Legislativo. La logica semplice farà presa sui fan del Presidente, mentre i media sceglieranno di non attaccarne i punti deboli, sancendone lo status di "lettura storica dei fatti". Et voilà.

Comincia naturalmente il bollettino del Governo, concedendo ben 8.523 parole alla velina dell'Alto Commissario per la Pace. Non ho visto l'edizione su carta, ma chi conosce la stitichezza de El Tiempo si sorprende: in piena crisi con l'Ecuador dopo l'uccisione di Reyes l'articolo del giorno non contava più di tremila parole...
Continua sempre il giornale dei Santos, con una sfacciata operazione di "agenda setting": dell'articolo non si discute il teorema (é giá veritá storica, ricordate?) ma la proposta populista di sciogliere i partiti e le aspirazioni presidenziali del Restrepo - entrambe ovviamente cortine di fumo.

Foto di MAURICIO DUENAS/AFP/Getty Images

5 commenti:

Baltic Man ha detto...

Lo siento.
Però, davvero, non ce la faccio a spendere 3000 pesos al giorno per El Tiempo.

Anonimo ha detto...

Caro doppia,un "reproche" affettuoso:da quando sei a London,il blog parla quasi esclusivamente di politica...un pò di "quotidiano" colombiano non guasterebbe secondo me.Stammi bene.
Saluti dal Santander.
Francesco

doppiafila ha detto...

Ciao Francesco, considerato che sei uno dei miei (3) lettori fedeli, prometto che terró conto del tuo suggerimento!
Baltic, ma almeno compra L'Espectador e facci sapere com'é!
Saluti, Doppiafila

antoniocontent ha detto...

caspita, per un attimo ho pensato che "Jumbolo" fosse il capo di uno dei nostri ex-soci...fatti raccontare da lui, alla prossima, che c'è da sbellicarsi dalle risate :-)
a

Anonimo ha detto...

Doppia,che ne pensi dell'estradizione dei "capos" para?Alcuni dicono che gli hanno fatto un piacere perché lá pagheranno solo per narcotraffico ma per le stragi di qua...?Altri affermano che almeno negli USA,molto pragmatici,vi é la certezza della pena...comunque Mancuso era abbastanza scuro in volto quando lo caricavano sull'aereo per la Florida...ricordo due anni fa,i sorrisi e gli abbracci di quando si dedicavano al giardinaggio ad Itaguí...magari fra 15 anni,faranno come con Noriega cercheranno di mandarlo a scontare una condanna in un comodo carcere europeo....
Saluti dal Santander.
Francesco