giovedì 9 ottobre 2008

Pecunia non olet, anzi...

L'economia colombiana soffre: il dollaro schizza (a 2.326 $), la produzione si riduce, scarseggia persino lo zucchero, petrolio e materie scendono. La prospettiva é - diciamolo chiaramente - il disastro: svalutazione (fino a 3.000 pesos per un dollaro, dico io), recessione (PIL in negativo di almeno 2 punti nel 2009, dico sempre io), crisi immobiliare, crollo dei consumi privati (meno la roba di lusso, ché quella andrá in crisi solo quando le narici del nord non cercheranno la polvere del sud).

Che fare dunque? Visto che tutto il mondo é paese (e che Italia e Colombia sono molto, molto vicine), perché non fare un bel condono??? MA - mi raccomando - che i capitali che rientrano siano solo leciti, eh? Capito bene?? Solo, esclusivamente leciti!! Insomma, ci siamo capiti...

7 commenti:

Anonimo ha detto...

Ma che cazzate dici!!!? Si vede che te la sei presa contro la colombia hehe. Non dovresti fare questo mestiere, non sei un analista, sei solo un parla merda!!!. Questo blog fa veramente schifo, vedi che non c'è neanche un commento. Parlate solo merda qui, i tuoi argomenti non sono abbastanza potenti per convincere il più scemo, se vuoi scrivere davvero sul qualcosa devi andare al posto a vivere e sapere cosa succede là, non nasconderti a casa a parlare cazzate, in conclusione non sei stato fatto per questo mestiere caro analista di merda.

Anonimo ha detto...

L'articolo è una merda, non è neanche al livello di un articolo...è solo un insieme di merda più merda. La persona che ha scritto questo dice solo cose senza senso, scometto che non è mai stata in Colombia o in sudamerica. Lei non è un analista, è solo un parla merda. Pecato che risorse come un blog siano messe a disposizione di persone cosi incompetenti come Lei.

Anonimo ha detto...

solo merda

Anonimo ha detto...

ho visto che i commenti devono essere prima aprovati, cosa succede? non è che qualcuno ha paura che qualcun altro faccia vedere che queste buggie sono solo buggie, e che gli argomenti di quello che viene scritto qui sono solo prodotto di una persona che non sa cosa dice?

Anonimo ha detto...

non c'è neanche un commento qui, perche?????, magari hanno fatto dei commenti ma non sono stati pubblicati perchè qualcuno non vuole far vedere che l'opinione della gente coincide...questo blog su bogota è una merda!

doppiafila ha detto...

Signor Anonimo, le rispondo con dei fatti e poi anch'io esprimeró qualche opinione.
I fatti:
- non sono un analista, lei ha ragione (e di questi tempi, lo considererei un insulto, vista la scarsa capacitá degli analisti di interpretare la realtá economica);
- il mio mestiere non é il blogger, perche essere blogger non e un mestiere; o lei é di quelli che credono occorra un titolo per avere un'opinione?
- Sono stato in Colombia ed anche in altri paesi del sudamerica. Anzi, sa che le dico?, ci sono addirittura nato;
- nessun altro ha fatto commenti a questo post: solo lei - e glieli ho pubblicati tutti.

Ora i miei commenti: da quel che scrive, mi pare che lei sia una persona violenta ed intollerante. Non ha speso una parola sull'argomento del post: solo insulti. Immagino (dalle espressioni che usa) che lei sia Colombiano, e soffro per il male che le persone come lei fanno al suo paese. Saluti, Doppiafila

gianluca bifolchi ha detto...

Ciao Paolo,

io non modero il mio blog, se non occasionalmente, e come misura ad personam. E' comunque una scelta che potrei rivedere in qualunque momento, e se rendessi definitiva la moderazione non avrei nessuno scrupolo a censurare interventi come questi.
Naturalmente non discuto il tuo giudizio di pubblicare questi insulti, se pensi che screditino chi li fa e ti diano modo di dare una buona risposta.
Ma in genere non credo che bisognerebbe incoraggiare gli abusi della libertà di espressione, soprattutto quando si manifestano come puro teppismo e vandalismo linguistico. E' una considerazione che facevo alcuni giorni fa leggendo la sezione di commenti di Radio Cafe Stereo, emittente colombiana di opposizione, completamente insozzata da una o due persone che inserivano una miriade di post tutti del genere del signore che tu hai avuto qui il piacere di ospitare.
Questa è l'espressione online della "seguridad democratica" del Presidente Uribe, e secondo me c'è un limite superato il quale persino la tolleranza dei webmaster diventa una colpa.