venerdì 16 gennaio 2009

Occhio a Gina

Gina Parody, popolare senatrice dalle montature colorate, si é dimessa.
Ed é riuscita a far passare questo gesto - certo preludio ad una prossima candidatura - come un gesto di fedeltá ad Uribe.
"Non potevo restare al Senato, sennò sarei stata costretta all'opposizione".

Geniale.

Credo stia considerando la corsa alla Presidenza. Puó farcela: é perfetta. Giovane, molto nota, ben voluta, intelligente, politica di professione ma con immagine anti-politica, non legata ad alcun nome del passato, uribista ma smarcata dal capo, elitista ma vendibile alle masse, moderna e anche sveglia, astuta.

Magari alla fine dirotta su un posto da Governatore, o su una campagna piú "indipendente" per tornare al Senato, o su Bogotá. Ma sono sicuro che un pensierino a Casa de Nariño ce lo sta facendo...

Nessun commento: