martedì 16 giugno 2009

Alla corte di Uribe

Chi é l'ex trasportatore di banane che oggi vende miniere d'oro?

Curriculum vitae di Fidencio Mena Perea, tratto dall'intervista concessa a El Espectador e da articoli di Semana e Cambio.


Fidencio "El Negro" Mena - Curriculum Vitae


1963 - Nasce a Juradó (El Espectador, Cambio), Chicorodó (Semana), Antioquia

1981 - Lavora nelle risaie dell'Ammiraglio Meléndez, capo dell'autoritá doganiera nel governo Turbay (assassinato)

Primi anni '80 - Fa politica nel MOIR (Movimento Operaio Indipendente e Rivoluzionario) nella regione dell'Urabá

1984 circa - Sempre in politica nell'Urabá di Antioquia, stavolta coi Liberali di César Yepes

1985 - é il delegato di Chicorodó al congresso liberale di Medellín; conosce Álvaro Uribe (consigliere comunale a Medellín) e suo cugino Mario (deputato); fa causa comune con essi contro il leader liberale Bernardo Guerra Serna

1985 - lavora per Álvaro Uribe Velez e per il cugino, aiutandoli nella campagna elettorale nell'Urabá. Entrambi risultano eletti, rispettivamente in Senato ed alla Camera. Conosce Gustavo Posada (che ritroveremo come coordinatore politico del partito di Mario Uribe, nel 2006).

1986 - lavora alla Beneficencia di Antioquia con Posada, poi alla Contraloria.

1990 - va a Bogotá per assistere Alberto Díaz, del movimento Sector Democrático di Álvaro Uribe.

1991 - Lavora alla Camera, prima presso l'Unitá legislativa, poi nella Direzione Amministrativa; ne esce a seguito della Costituente.

1991 - Torna in Urabá, dove compra due camion e si dedica al trasporto di banane. Le minacce delle FARC lo costringono ad abbandonare la zona; Álvaro Uribe lo aiuta a trasferirsi a Medellín trovando lavoro alla moglie.

1992 - 1993 Fa il tassista a Medellín (El Espectador); é lobbista per un parlamentare a Bogotá, dove risiede in una suite dell'Hotel Tequendama (Cambio).

1993 - Partecipa alla campagna elettorale di Uribe Governatore di Antioquia, sempre nell'Urabá.

1994 - Quando Uribe vince le elezioni, a lui viene dato un posto nell'Ufficio di Pianificazione, con responsabilitá sull'Urabá (El Espectador); é portaborse - in senso letterale - di Uribe (Semana).

1995 - Lavora con Giancarlo Barros (poi assassinato) come consulente per i municipi della zona

1996 - 1997 Alla morte di Barros é socio fondatore di un'azienda che si dedica alla attualizzazioni catastali; mantiene contatti con Mario e con Álvaro Uribe.

1998 - 1999 É intermediario immobiliare nella compravendita di terra (fincas); continua ad informare Álvaro Uribe sulla politica nell'Urabá mentre questi sio trova ad Oxford.

2002 - Si trasferisce a Bogotá

2002 - Il 9 Agosto (due giorni dopo l'insediamento) visita il neo-Presidente Álvaro Uribe alla Casa di Nariño; vi tornerá una decina di volte in poche settimane, anche per salutare José Obdulio Gaviria, che conosce dai tempi dell'Istituto di Studi Liberali e del quale ha portato i vestiti.

2002 - 2007 - Continua a dedicarsi all'intermediazione immobiliare.

2007 - lavora con Jorge Iván Bonilla, di "Uribistas per Samuel". Attraverso di lui conosce Margherita Pabón, socia di DMG, che ha interesse a stabilire contatti con Superintendencia Financiera.

2007 - Organizza tre riunioni coi consiglieri presidenziali Óscar Iván Palacio e Felix Alfázar González; alla prima partecipa la Pabón, alla seconda Daniel Angel Rueda ed alla terza lo stesso David Murcia Guzmán.

2007 - 2008 É assessore di DMG, con uno stipendio di 5 milioni di pesos al mese (2,500 dollari); David Murcia Guzmán gli chiede di farlo parlare col Presidente Uribe.

2009 - si specializza nel'intermediazione di miniere d'oro; in questo momento lavora ad una transazione che dovrebbe fruttargli una commissione di due milioni di dollari.


Nessun commento: