sabato 20 giugno 2009

Intervista ad Isacson

Adam Isacson é direttore presso il CIP (Center for International Policy), cura il blog Plan Colombia and Beyond e di Colombia - dal punto di vista americano - ci capisce tanto.
Lo ha intervistato Cecilia Orozco per El Espectador.

Mi colpisce in particolare una domanda:
"Cecilia Orozco: Allora é vero che il Governo Obama ed il Congresso vedono con sospetto una seconda riforma costituzinoale per rieleggere Uribe.
Adam Isacson: Bisogna dirlo con chiarezza: non ho parlato con nessuno a Washington né ho letto una sola opinione sulla stampa che sianofavorevoli alla seconda rielezione di Uribe. Ed includo in questo gruppo ad alcuni funzionari ed analisti tra i piú conservatori. Gli ammiratori di Uribe non lo difenderebbero di nuovo se insiste colla rielezione, perché starebbe mostrando la stessa tendenza autoritaria del suo omologo venezuelano."

Traduco: serve un candidato nuovo (non Uribe), che garantisca la continuitá della "confianza inversionista" (condizioni favorevoli per l'investimento straniero), della "seguridad democrática" (lotta alla droga ed al terrorismo seguendo le direttive di Washington) e che mostri di perseguire lameno qualche minimo obiettivo di "cohesión social" (maggior rispetto dei diritti umani, meno "falsio positivi", qualche condanna agli assassini di sindacalisti eccetera).

Nessun commento: