giovedì 20 agosto 2009

Pizzicato

No, non é una tecnica musicale; é il destino toccato in sorte ad Alírio Villamizar Afanador.

Senatore conservatore (e vicepresidente del Partito), é uno degli accusati di aver ricevuto "favori" dal Governo a cambio del suo voto favorevole alla rielezione di Uribe, nel 2005. Nel suo caso, il favore sarebbe stato l'assegnazione di una "notaría", ovvero di un ufficio al quale ogni colombiano deve recarsi per legalizzare firme, fare dichiarazioni giurate, celebrare compravendite eccetera. Sono talmente numerosi gli atti da farsi in notaría che esserne titolare equivale ad avere il diritto di stampare denaro.

Ora, al buon Alírio le cose devono essere andate proprio bene. La polizia giudiziaria ne stava perquisendo l'appartamento per provare certe transazioni finanziarie, quando ha scoperto centinaia di milioni di pesos in contanti (c'é chi dice 700 milioni, chi addirittura un miliardo).

Bravo Alírio, una promessa della politica colombiana!

2 commenti:

fritz ha detto...

ma si chiama davvero afanador?
http://www.wordreference.com/definicion/afanar
:)
saluti

doppiafila ha detto...

Ebbene sí, l'anagrafe non mente... ;-)