venerdì 29 maggio 2009

Ferrari e Maserati in Colombia

Poracci: i clienti colombiani della Ferrari dovevano pagare migliaia di milioni di pesos senza poter prima vedere e toccare la loro nuova automobile!

Grazie a Frank Kayenet Yepez , anche questo problema é risolto. Se vuoi una 599 Fiorano (come quella qui a destra, ma non di Lego...) o una Maserati Quattroporte Sport, le puoi vedere sulla terrazza della Torre 77.

Un'altra "meta del millennio" raggiunta!

giovedì 28 maggio 2009

Lucho Garzón si candida

É ufficiale: attraverso la sua columna su El Espectador, Luis Eduardo "Lucho" Garzón annuncia che sarà candidato alle presidenziali del 2010.

Non lo fará nel PDA (Polo Democratico Alternativo) ma nel PDI (Polo Democratico Indipendente), fedele alla tradizione della sinistra ("divide et perde", potremmo definirla in latinorum); ma lo capisco - chi non si smarca dal Polo non ha speranze elettorali di breve termine, in Colombia.

Slogan della campagna: "Por una Colombia sin Indiferencia y sin Hambre". A Bogotá gli é andata bene cosí, e squadra che vince non si cambia.

mercoledì 27 maggio 2009

lunedì 25 maggio 2009

Figuraccia di RCN

Lo so, lo so, parlar male dei media colombiani é come sparare sulla Croce Rossa, ma... che ci posso fare?

Quest'episodio é vecchiotto (Settembre di due anni fa) e politicamente irrilevante (siamo in piena farandula), ma qualcosa ci dice sulla capacità di investigazione ed approfondimento di Noticias RCN.

"Abbiamo avuto accesso alle immagini del nuovo film di Sofia Vergara, Medellín", annuncia una delle presentatrici; "una storia che ci riporta agli anni '80 e '90, l'epoca di Pablo Escobar", prosegue l'altra; seguono le immagini.

Il (piccolo) problema é che il film... non esiste. O meglio: esiste, ma solo nella fiction Entourage, di HBO, i cui protagonisti sono - appunto - registi attori e produttori di Hollywood. HBO le cose le fa per bene (il "falso film" ha addirittura un sito web!) ma i fatti restano: Medellín é un film che nessuno ha mai girato.

domenica 24 maggio 2009

Figlio segreto o millantatore?

Si fa chiamare Pablo Escobar Jr., dirige la Escobar productions (una casa discografica, o almeno cosí afferma), starebbe preparando un documentario sulla famiglia (delirante il preview su YouTube) e lo "zio" Roberto ne conferma l'identità chiamandolo - in modo non troppo convincente - "el sobrino Pablo" in questo video (nel quale lo si vede accarezzare la lapide del presunto padre).

Lui (lo vedete qui a destra) dice di essere figlio di Pablo Escobar, se non si fosse ancora capito. I dettagli nell'intervista de El Tiempo, riportata dal sito pabloescobargaviria.info, tutto dedicato alla vita del Patrón.

Dell'altro ieri l'intervista con il vero figlio, giá JuanPablo Escobar ed ora Sebastián Marroquín Santos, sulla "W". Il link é in fondo al post. Secondo Marroquín il millantatore si chiama (ed é) José Pablo Rodriguez, e lo avrebbe contattato nel 2008 proponendogli una partecipazione ai suoi profitti di figlio illustre in cambio di un riconoscimento sui media. Di fronte al diniego dell'ora architetto, lo avrebbe minacciato di morte via mail, si sarebbe rivolto allo zio Roberto, col quale invece l'alleanza pubblicitaria ha funzionato - in particolare attorno alla cura dell'AIDS che lo zio avrebbe scoperto (!).

Una storiaccia. E la dimostrazione che per molti Pablo Escobar é un mito positivo, un esempio da seguire.


Coraggio dei media

Il fotogramma a sinistra é tratto da un servizio del Canal Caracol dell'11 Maggio scorso.

La signora partecipava ad una manifestazione per i desaparecidos del Palazzo di Giustizia quando il Colonnello Alfonso Plazas Vega l'ha spintonata. Lei quindi finita a terra ed é stata poi intervistata. Tutta la scena (spintone compreso) fa parte del servizio.

Come mai allora la definiscono "presunta aggredita"?? Che c'é da presumere se la scena é stata addirittura ripresa ed é accaduta di fronte a decine di testimoni?????

Mah.

sabato 16 maggio 2009

Time su Bogotá

La rivista TIME ha dedicato - il 16 Aprile scorso - un bell'articolo a Bogotá. "I miglioramenti nella sicurezza" dice David Kaufman "fanno sí che i turisti diretti in spiaggia non abbiano più tanta fretta di lasciare la capitale".
Tra le attrazioni segnalate, il Museo del Oro ed il Centro Culturale Gabriel García Márquez (nella foto qui sopra), appena - rispettivamente - ristrutturati ed inaugurati.

mercoledì 13 maggio 2009

"Confianza Inversionista"

Il Paese che piú investe in Colombia sono gli Stati Uniti; il secondo (vedi foto qui a destra) é Anguilla.

15,000 persone, un PIL di 100 milioni di dollari, Anguilla ha investito più di due miliardi di dollari in Colombia negli ultimi due anni.

Anguilla.

Ha fatto notizia perché é stata inclusa dal G20 nella lista dei paradisi fiscali. Ma dai.

Persino Cambio ha dovuto sottolineare che probabilmente si tratta di denaro sporco, o del narcotraffico o di evasori/elusori fiscali.

Anguilla.

martedì 5 maggio 2009

Otra pregunta, amigo!

"Una domanda sulla situazione politica colombiana [...] che non posso evitare di farle: lei vuole essere presidente per altri 4 anni?" Parla Julián Miglierini, di BBC Mundo.
"Otra pregunta, ¡amigo! (un'altra domanda)", risponde l'intervistato, il presidente della repubblica colombiana Álvaro Uribe Velez. Poi si rende conto - immagino - di non essere di fronte ad un giornalista compiacente, e con intuizione tutta uribista aggiunge: "Bene, lei dov'é nato?"
"Io sono argentino", risponde il giornalista, e si sente ribattere: "Si studi la storia del suo Paese, e lasci in pace la democrazia colombiana... ¡Otra pregunta!(Un'altra domanda)".

Il video é su youtube, non mi sono inventato nulla...